martedì 27 maggio 2014

La Legge di Savoia

In una notte di pioggia a Londra, dopo una lunga giornata iniziata alle 4 di mattina, Shin e Fritze
Giravano per Mayfair con la speranza di trovare l' hotel giusto dove risiedevano Scarlett Johansson, Chris Evans, Sebastian Stan e Samuel L Jackson, quando ormai avevano perso le speranza e con la coda tra le gambe stavano abbandonando la scena, sconfortate e amareggiate si sono PER CASO imbattute in un UIPS nazionale che si dirigeva per una cena cinese.
Il UIPS in questione era Emanuele Filiberto di Savoia.



Potrebbe essere tranquillamente l’incipit per un racconto horror. Che poi vi sbagliate di grosso se credete che è tutto frutto della fervida immaginazione delle sopracitate Shin e Fritze. Ahiloro non lo è affatto. (Che poi era stato raccontato anche qui)

A questo punto vi starete chiedendo dove stiamo andando a parare (no, non mi è saltato in mente di usare il plurale maiestatis, questo post è scritto a quattro mani), c’è uno scopo ben preciso in tutto ciò, fidatevi.

Fritze e la sottoscritta, hanno una discreta carriera da fangirl, e fin qua, nulla di nuovo sotto al sole. Quello che, magari, vi è meno noto è che le succitate sono parecchio scarognate quando si tratta di incontri con le celebrities, talmente tanto che hanno deciso di stilare una legge con tanto di postulati e variabili, ribattezzata Legge di Savoia proprio a causa dell’episodio che apre questo post.


E ricordate anche questo concetto fondamentale: il karma per noi SAVOIANE (o Savoiarde, come più vi aggrada) funziona al contrario, più azioni buone fai più la pigli nel culo.





La Legge di Savoia


1. Sei alla ricerca della tua star del cuore? Non solo non la troverai, ma ti imbatterai in uno sfigatissimo UIP magari di terza categoria, di cui non te ne frega un accidenti.


Esempio pratico: La vicenda che ha dato il via a tutto questo amba aradan. Fritze e Shin che, sotto la pioggia e dopo 15 ore in piedi, vanno alla ricerca dei loro amati, SOTTO LA PIOGGIA e poi beccano Emy Fily di Savoia.



2.  Dopo che vaghi per ore alla ricerca della tua star del cuore, desisti, stanca morta e te ne torni a casa. Appena messo piede in camera tua, l'attore in questione twitta una foto dell'albergo dove alloggia.



Esempio pratico: Anche questa vicenda è riconducibile alla macrovicenda Premiere Captain America. Dopo le 15 ore in piedi, dopo l'acqua presa e come ricompensa ti becchi il principe decaduto, Samuel L. Jackson decide di twittare la sua sistemazione proprio nel momento in cui tocchiamo la moquette della stanza da letto di Fritze: il Berkley, a 100 metri di distanza da dove ci siamo fermate noi, ovvero il Dorchester.

3. Abiti in un posto, la tua star del cuore non ci mette piede per mesi ma appena tu ti sposti lui (o lei) arriva.


Esempio pratico: Fritzerina abita a Londra. Robert Pattinson è di Londra ma vive a Los Angeles. Fritzerina ama Robert Pattinson. Fritzerina torna in Italia per una settimana. Robert Pattinson va a Londra in quella settimana.

4. Scopri che il set di un film che ti interessa è proprio dietro casa tua. Sì, però una settimana dopo che hanno finito di girare.


Esempio pratico: Fritzerina che viene a sapere di un set di Avengers 2 dietro casa dopo che hanno sbaraccato tutto.

Variante N.1 La tua star del cuore è a pochi km da te. Lo vieni a sapere da un suo tweet, dopo aver partecipato all'evento.


Esempio pratico: La sottoscritta viene a sapere che Mark Salling era ospite di Salvatore Ferragamo per la Milano Man Fashion Week e lui lo tweeta mezz'ora dopo.

(A questo proposito rimando alla lettura di un precedente post: Posto giusto, momento sbagliato)

5. Vai ad un evento, sei tra gli eletti che riceveranno un autografo. Appena ti trovi davanti alla tua star e quando vai ad aprire la bocca scopri di aver perso la voce senza neanche sapere quando.


Esempio pratico: Fritzerina alla booksigning di Breaking Dawn nel 2008, di fronte a Robert Pattinson si rende conto di aver perso l'uso della parola.

Variante N.1 Nelle stesse condizioni, riesci ad aprire bocca, sì. Ma rispondi fischi per fiaschi.


Esempio pratico: Shin che ad una signing con Jackson Rathbone risponde "Thank you" alla domanda di lui "How are you?"

6. Non importa quanto tu ti svegli presto. Alle premiere, anche se sei primo della fila, finisci in un posto di merda.


Esempio pratico: Le due disgraziate alla premiere di Captain America. Non dico altro perché non voglio mettere il dito nella piaga.

7. Premiere. In prima fila. L'attore che aspetti con trepidante attesa fa foto con chiunque, pure col cane di un passante capitato lì per caso. Arriva da te e smette di fare foto perché è tardi.


Esempio pratico: Leggi punto 6.

Variante N.1: Sei in un posto strategico? Gli attori si fermeranno a firmare e scattare foto FUORI dal red carpet.


Esempio pratico: Fritzerina alla premiere di The Amazing Spiderman 2, che nonostante si trovasse in un posto fantastico, sulla carta, Emma Stone e Andrew Garfield decidono di snobbare il red se ne vanno in giro per Leicester Square.

8. Ancora sul red carpet. Le altre fan piangono disperate, l'attore si impietosisce e fa foto anche con il loro cugino di sesto grado. Arriva da te, che hai un aspetto più o meno normale e ti guarda come se fossi affetta da uno strano morbo psichico.


Esempio pratico: Fritzerina alla suddetta premiere. Fan esagitate si prendono l'abbraccio di Garfield, lei, tranquilla, un'occhiataccia.

9. L'attore sta per arrivare verso la tua posizione. Danno il via all'ingresso al pubblico per la proiezione proprio dal red carpet. Si portano via di peso l'attore a due metri da te.


Esempio Pratico: Scarlett Johansson. Premiere di Captain America. Basta la parola.

10. Hai la possibilità di farti accreditare come stampa? Gli accrediti sono chiusi o lo scopri troppo tardi.



Esempio pratico: No, vi prego, non fatemelo ricordare perché sto ancora male se ci penso.

11. Angelina Jolie e Brad Pitt vengono nella città in cui abiti per la promozione di un film. L'evento è chiuso al pubblico.


Esempio pratico: Anche qui, Fritzerina è ancora in silenzio stampa.

12. La tua sfiga ha proprietà transitiva, dunque si propaga verso le persone che ti stanno accanto.


Esempio pratico: Premiere di Captain America, siamo accanto alla zona disabili che di solito è la prima ad essere tenuta in considerazione. Zona disabili snobbata più o meno clamorosamente.
Premiere di The Amazing Spiderman 2: omino che distribuisce i numeri d'ordine alla premiere, che ha foto anche con Gesù Cristo in persona, si perde Garfield e Stone perché vicino a Fritze.


Questo elenco è solo una piccola parte delle sfighe che più o meno capitano, molto probabilmente ce ne siamo dimenticate parecchie. Non escludiamo un eventuale recupero, così da allungare la lista.

Fritze e Shin vi salutano con una diapositiva di loro che partono a caccia della loro celebrity crush:

















6 commenti:

  1. ma questo post è fenomenale e sai?? azzeccatissimo! :D Mi sono trovata in taaaaaaante di queste vostre leggi che vi capisco alla perfezione! >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fritze e la sottoscritta siamo ferratissime in materia...ahinoi. Troppo ferrate.

      Elimina
  2. non posso che condividere in toto, non mi è ancora scesa quella volta che Bono era a Portofino (un'ora di macchina da casa mia) e io dove stavo? A DUBLINO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolore fisico, ciccin. Dolore fisico.

      Elimina
  3. La legge dei Savoia è strabiliantemente (e tristemente) vera. ç_ç #ahinoi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che condividere l'#ahinoi.

      Elimina