giovedì 20 dicembre 2012

Giovedì Gnocchi: Mark Salling

Eccolo, Lui uno dei santissimi del mio pantheon...

Oggi abbiamo Gnocchi in CrEsta: Mark Salling.



La speranza di vedere lui di tanto in tanto è il motivo per cui ancora mi ostino a guardare Glee (oltre al fatto di essere masochista).

Non fa parte della cerchia PedoChiara, e sono stata talmente in pappa per lui che ho addirittura acquistato un dominio per un sito web (offline ormai perché non riuscivo a starci dietro, ma esiste ancora il blog, sempre mio, che magari un giorno o l'altro resusciterò dalle ceneri. Mark Salling Italia).

Il qui presente è famoso per interpretare Noah Puck Puckerman in Glee. Il bullo-giocatore di football-stracciapapere della McKinley High School.

(Io mi sono sempre domandata com'è che quando andavo a scuola io, tipi così non ce ne fossero. E non rispondetemi che frequentavo una scuola al 99% femminile, non è una giustificazione valida)

Anche lui è stato vittima della sindrome del film horror (al solito, Wikipedia e IMDb sono a vostra disposizione).
Avevamo già visto qui un fulgido esempio di alta cinematografia in cui è apparso. Però gente, non scherziamo ha anche fatto una comparsata in Walker Texas Ranger (e avevo trovato anche il frammento, ma vai a cercare dov'è) ed è stato figlio di Naomi Watts in Children of the Corn IV:



Oltre alla carriera cinematografica/televisiva, Mark è anche un musicista, ha pubblicato due album in passato, anche se, onestamente, non è proprio proprio il mio genere.
Però apprezziamo molto le sue doti da chitarrista:


L'anno scorso sono stata al Glee Tour, non sono riuscita ad avvicinarmi per farci una foto, però una delle varie sere in cui io le mie amiche piantonavamo il Savoy, passando in taxi ci ha salutate e io ho avuto un attacco di ictus temporaneo.
Di foto ho quelle fatte durante il concerto, zoom al massimo, of course:



Ma la chicca della giornata è stata la sua esibizione di Fat Bottomed Girls, dove ho avuto le vampate tipo menopausa per tutto il tempo, cercando di farmi aria in qualche modo (scena che Carol e il resto del gruppo avranno bene in mente per il resto della vita, pensavano mi stesse venendo qualche attacco non ben definito), e questi due video sono testimonianza concreta dello stato in cui stavo versando:







 Devo aggiungere altro?

Adoro il suo personaggio in Glee, è l'unico che i RIB sono riusciti a non demolire totalmente.

Sue Sylvester rappresenta perfettamente me quando l'ho visto la prima volta:


L'amico fa la sua porca figura sia nelle vesti di giocatore di football:


Sia in quelle di tenero papino:


E anche come fratello maggiore:



Ma ricorderò sempre le sue doti di pulitore di piscine, come fare a dimenticarselo...


Mark non manca mai ai red carpet dei numerosi Awards a cui ha partecipato con Glee, diciamo che il Versace lo porta bene:


Ma anche ai panel, risulta interessante...


Ok, ok, vi ho intasate abbastanza per stasera...

E' così che Shin vi dice Ciao!




4 commenti:

  1. vogliamo il fratello! <3 tu lui io l'altro! :) tt parentiii!

    RispondiElimina
  2. Mi sono sentita un po' marcia a pensare, un giorno non ricordo bene quando, che Mark è proprio un gran pezzo.
    E scopro che c'è fangirlitudine per lui anche qui.
    Ok :D
    Sono normalissima.
    Lui è un gran bravo pulitore di piscine <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome se sei normalissima, Mark è un gran bel pezzo di figliolo ed ha interpretato il mio personaggio di Glee preferito in assoluto.

      Non puoi capire quanto abbia rosicato quando ho scoperto che ha giugno è stato a Milano Men Fashion Week ospite di Salvatore Ferragamo.

      Elimina